Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 marzo 2017 6 04 /03 /marzo /2017 08:49

"Appoggio il mio corpo al cancello

e mi perdo in pensieri infiniti

 

guardo il vento autunnale

passare sui fiori rossi"

Yosano Akiko 

 

 

 

Lasciateli tranquilli

 

Voglio che l'uomo quando nasce...

respiri i fiori nudi,

la terra fresca, il fuoco puro,

non ciò che tutti respirano.

 

Lasciate tranquilli quelli che nascono!

Fate posto perchè vivano!

Non gli fate trovare tutto pensato,

non gli leggete lo stesso libro,

lasciate che scoprano l'aurora

e che diano un nome ai loro baci.

Pablo Neruda 

 

 

 

Stradina

 

Piccola strada di campagna,

discreta alleata del mio vagabondare,

a te, confido i segreti più remoti del mio cuore,

a te regalo la parte più vera della mia anima.

 

Com'è dolce il tuo silenzio nella fresca quiete del mattino,

come brilli di magica luce

nei velati riverberi del primo sole.

 

Silenzioso è il mio passo.

Leggero il mio respiro.

 

Dolcemente ti guardo ammaliato,

mentre percorro le vie tortuose della mia mente, 

persa nei fumosi antri della malinconia.

Anonimo

 

 

 

"Tutti vogliamo essere amati,

se questo non accade, essere ammirati,

se questo non accade, essere temuti,

se questo non accade, essere odiati e disprezzati.

Vogliamo risvegliare un'emozione nell'altro quale che sia. 

L'anima rabbrividisce davanti al vuoto e cerca il contatto a qualsiasi prezzo".

Hjalmar Sòderberg 

 

 

E la sua veste è bianca

 

Piegato hai il capo e mi guardi;

e la tua veste è bianca,

e un seno affiora dalla trina

sciolta sull'omero sinistro.

 

Mi supera la luce; trema

e tocca le tue braccia ignude.

 

Ti rivedo. Parole

avevi chiuse e rapide,

che mettevano cuore 

nel peso d'una vita

che sapeva di circo.

 

Profonda la strada 

su cui scendeva il vento 

certe notti di marzo,

e ci svegliava ignoti

come la prima volta.

Salvatore Quasimodo 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento

commenti

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero