Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 aprile 2017 7 02 /04 /aprile /2017 14:09

Kavafis: L'amore omosessuale senza angoscia 

 

 

 Amber Glow

 

Dalle dieci e mezzo sedeva nel caffè,

aspettava arrivasse da un momento all'altro.

Giunse mezzanotte - e l'aspettava ancora.

L'una e mezzo; il caffè

quasi del tutto vuoto.

E' stanco di leggere i giornali

meccanicamente. Dei suoi tre miseri scellini

ne resta uno: nella lunga attesa

in cognac e caffè si è speso gli altri.

Ha finito le sigarette.

L'interminabile attesa lo estenuava. Poichè,

solo com'era già da tante ore,

cominciava il tormento dei pensieri

sulla sua vita dissoluta.

 

Ma come vide il suo amico entrare -

stanchezza, noia e pensieri scomparvero d'un tratto.

 

L'amicogli portò una notizia insperata:

aveva vinto sessanta lire a carte.

 

I loro bei visi, le due stupende giovinezze 

il loro amore sensuale

riacquistarono vita, freschezza, più vigore

delle sessanta lire vinte a carte.

 

Pieni di forza e gioia, d'affetto e di bellezza

se n'andarono - non a casa dalle onorate famiglie

(dove del resto non li volevano neanche più):

ma in una semplicissima casa malfamata

di loro conoscenza andarono a cercare

una stanza, e liquori costosi, e bevvero di nuovo.

 

E finiti ch'ebbero i liquori costosi

(eran quasi le quattro del mattino)

s'abbandonarono felici all'amore.

 

Costantino Kavafis da La memoria e la passione

 

 

Konstantinos Petrou Kavafis, noto in Italia anche come Costantino Kavafis, è stato un poeta e giornalista greco.

 

29 aprile 1863, Alessandria d'Egitto, Egitto

29 aprile 1933 Alessandria d'Egitto, Egitto 

 

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero