Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 aprile 2017 6 15 /04 /aprile /2017 19:26

 

 

I fiori del male

 

 

 

 

 

 

Odilon Redon

 

Il fiore sulla palude

1885, dalla serie Hommage à Goya

Parigi, Bibliothèque Nationale

 

Charles Baudelaire

 

Elevazione

1887

traduzione di G, Raboni

 

Più su di stagni e valli,

di monti e boschi, di nuvole e mari,

oltre l’etere e il sole, oltre i confini

delle sfere celesti

 

ti muovi, o mente, con agilità

e come un nuotatore a suo agio tra le onde

solchi la fonda immensità, godendo

indicibili e maschie voluttà.

 

Via, via dall'insidioso fetore!

Và a purificarti nell'aria superiore,

bevi l'ardente nettare che colma

gli spazi trasparenti puro.

 

Dietro di sè le noie, i vasti orrori

gravanti sulla brumosa vita,

felice chi con forti ali saprà

slanciarsi verso campi luminosi e sereni

 

e ogni mattina, come le allodole, s'alza

nei pensieri liberamente al cielo

- e si libra ben alto sulla vita, e non fa

fatica a intendere i fiori e le altre cose mute!

 

 

 

Analisi delle affinità

 

fra testo e immagine

 

Il simbolista francese Odilon Redon (1840 - 1916), amico dei poeti contemporanei, da Baudelaire a Mallarmé, e illustratore appassionato delle loro opere, si ispira in questo disegno al pittore spagnolo Francisco Goya (1746 -1828). Ha però ben presenti anche i I fiori del male, la raccolta di poesie di Charles Baudelaire (1821 - 1867), modello riconosciuto dei simbolisti. quel fiore umanizzato che spunta dalla melma di una palude e offre al nostro sguardo il suo volto malinconico e inquietante, sembra nato dalle poesie di Baudelaire, esse pure fiori spuntati dalla palude del "male" annidato dentro l'uomo, ma fiori che tendono a raggiungere la trasparenza del cielo, come si legge nei bellissimi versi di Elevazione. E mentre nel viso raffigurato da Rendon si legge la disperata impotenza di chi non riesce a fuggire dalle acque morte che umiliano lo spirito, in tutte le strofe della lirica si coglie, invece, una tensione a salire dal fetore delle acque stagnanti verso la purezza dell'ardente nettare che colma / gli spazi trasparenti puro". Rendon appare a Huysmans, l'autore di Aritroso, il romanzo -bibbia del decadentismo, come interprete più alto dell'incubo, fratello in spirito di Edgar Allan Poe, Baudelaire va oltre l'incubo e tende a slanciarsi, come un albatro, verso l'alto. 

 

Il simbolismo è una delle correnti artistiche più difficili e complesse dell'Ottocento, perchè gli artisti caricano ogni aspetto della realtà di significati soggettivi che essi soli sarebbero in grado di spiegare. Ma la forza delle loro parole e e delle loro immagini è tale che intuiamo facilmente il significato simbolico nascosto dietro le cose.

Baudelaire in Elevazione ci fa comprendere quanto intensa sia  nello spirito umano, per quanto umiliato possa essere dalle sue stesse debolezze, l'ansia di cieli puliti, di purezza, di cose alte. Nel fiore dal volto umano di Redon s'intuisce lo stesso anelito, ma il paesaggio che lo circonda sembra sbarrargli ogni via di fuga e inchiodarlo a un inferno di immobilità e impotenza.

 

 

Risultati immagini per il fiore della palude redon

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Etta - in Letteratura ARTE
scrivi un commento

commenti

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero