Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
21 febbraio 2021 7 21 /02 /febbraio /2021 13:17

 

 

LE CICALE CANTANO SEMPRE

 

Gombei

 

 

 

Le cicale cantano sempre
bruciando di amore.
Pure,
più bella ancora
la lucciola dalle ali d'oro,
il cui corpo è bruciato d'amore,
è sempre muta.

 

 

 

Gombei, un anonimo poeta giapponese vissuto all'inizio del IX secolo, con estrema delicatezza e raffinatezza, canta l'amore nell'ambito naturale in relazione con il proprio stato d'animo. E' un amore non completamente vissuto, sussurrato a mezza voce, al confine tra il sogno e l'abbandono e la mancanza della pienezza della gioia.

 

La metafora dei sentimenti del poeta è molto giapponese.

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero

Articoli Recenti