Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 giugno 2012 4 21 /06 /giugno /2012 13:48

 

 

La tinozza 

 

 

350px-Edgar_Germain_Hilaire_Degas_031.jpg

 

La tinozza, 1886 Parigi,Museo d'Orsy, tecnica pastello

 

 

Edgar Degas, fu  pittore e  scultore,  nacque a  Parigi nel 1864. Apparteneva ad una

ricca  e nobile famiglia. Compì studi  classici, e  si  iscrisse  alla Scuola di Belle  Arti.

Ben  presto  uscì dall'ambiente borghese in cui era cresciuto per mescolarsi alla  vita

parigina dei caffè e degli artisti.

Espose alla prima mostra impressionista del 1874, tuttavia, diversamente, da Monet

e Renoir, era poco attratto dal mondo naturale:preferiva osservare e ritrarre donne e

uomini  nella vita cittadina o nell'intimità delle case. Lo interessavano il mondo delle

corse dei cavalli, dei teatri e delle ballerine, che ritrasse in tutto l'arco della sua vita.

Morì nella sua Parigi nel 1917.

 

Il dipinto "La tinozza" rappresenta  una figura  femminile nuda,  soggetto presente

nell'arte fin dall'antichità. Degas però sceglie di rappresentare la  donna in una posa

quotidiana  e non "ufficiale": si sta lavando con una spugna in una tinozza  e sembra

sembra  proprio  che non  si sia  accorta del pittore. La posa "casuale" della  donna è

sottolineata  dalla   presenza di oggetti usuali nella scena di un bagno: due brocche

e una  spazzola  posate  su  una  mensola,la quale crea  una  morbida  frattura dello

spazio pittorico e giustifica  la rappresentazione  dall'alto  della attività della  donna,

della quale maschera così il volto.

 

Il punto  di  vista  del  disegno  è  molto alto. Il  taglio  prospettico   è  decisamente

anticonvenzionale e rivela l'influenza della fotografia.

 

  

Il profilo del corpo accovacciato richiama la forma circolare  della tinozza, dalla quale

si stacca per il contrasto di colore. La schiena piegata dà  al corpo un  movimento ad

arco che si prolunga nei glutei, nel braccio alzato e nella testa.

Degas dipinge questa scena con i pastelli e, tramite l'incrocio del tratteggio, riesce a

proseguire la tridimensionalità,

Il pittore  ha  costruito la composizione   con grande  rigore  e riesce  a  trasmettere

un senso di spontaneità.

Degas vuole  rappresentare  la  donna  no   nella  bellezza  idealizzata, ma nella vita

quotidiana, così il nudo non  risulta  volgare  né provocante, ma molto naturale.

 

I  pastelli  sono  entrati  nell'uso  corrente  circa  duecento  anni  fa. I  bastoncini  di

pastello  sono  composti  di  una  pasta  di pigmento  in  polvere  legata con gomma

leggera e resina.Gli impressionisti rimasero spesso affascinati  da questo strumento,

primo  fra  tutti Edgar Degas, che realizzò proprio  con  i  pastelli  grandi  capolavori

come "La tinozza".

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Etta - in Arte
scrivi un commento

commenti

Presentazione

Profilo

  • Etta
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero