Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 luglio 2017 1 17 /07 /luglio /2017 20:16

Gentilezza e cortesia sono più efficaci della forza e della violenza

 

 

Il vento e il sole

 

Un giorno il vento e il sole cominciarono a litigare.

Il vento sosteneva di essere il più forte e a sua volta il sole diceva di essere la forza

più grande della terra.

Alla fine decisero di fare una prova.

Videro un viandante che stava camminando lungo un sentiero e decisero che il più

forte di loro sarebbe stato colui che sarebbe riuscito a toglierli i vestiti.

Il vento, così, si mise all'opera: cominciò a soffiare, e soffiare, ma il risultato fu

che il viandante si avvolgeva sempre più nel mantello.

Il vento allora soffiò con più forza, e l'uomo chinando la testa si avvolse una 

sciarpa intorno al collo.

Fu quindi la volta del sole, che cacciando via le nubi, cominciò a splendere

tiepidamente.

L'uomo che era arrivato nelle prossimità di un ponte, cominciò pian piano a

togliersi il mantello.

Il sole molto soddisfatto intensificò il calore dei suoi raggi, fino a farli diventare

incandescenti.

L'uomo rosso per il gran caldo, guardò le acque del fiume e senza esitare si tuffò.

Il sole alto nel cielo rideva e rideva!!

Il vento deluso e vinto si nascose in un luogo lontano.

 

Favola di Esopo 

 

 

 

Repost 0
15 luglio 2017 6 15 /07 /luglio /2017 12:09

Era matta tutta matta

Ma l'ho amata da impazzire.

 

 

"L'hai amata, vero?"

Lui sospirò

"Come posso risponderti? Lei era matta"

Si passò una mano tra i capelli

"Dio se era tutta matta, ogni giorno era una donna diversa

Una volta intraprendente, l'altra impacciata.

Una volta esuberante, l'altra timida.

Insicura e decisa.

Dolce e arrogante.

Era mille donne lei, ma il profumo era sempre lo stesso

Inconfondibile

Era quella la mia unica certezza.

Mi sorrideva sapeva di fregarmi con quel sorriso

Quando sorrideva io non capivo più nulla

Non sapevo più parlare ne pensare

Niente, zero

C'era all'improvviso solo lei

Era matta, tutta matta

A volte piangeva

Dicono che in quel caso le donne vogliono solo un abbraccio

Lei no

Lei si innervosiva 

Non so dove si trova adesso ma scommetto che è ancora alla ricerca di sogni

Era matta tutta matta

Ma l'ho amata da impazzire"______Charles Bukowski

 

 

Repost 0
13 luglio 2017 4 13 /07 /luglio /2017 17:06

 

Non respingere i sogni perchè sono sogni

 

 

Non respingere i sogni perché sono sogni.
Tutti i sogni possono 
essere realtà, se il sogno non finisce.
La realtà è un sogno. Se sogniamo 
che la pietra è pietra, questo è la pietra. 
Ciò che scorre nei fiumi non è acqua,
è un sognare, l'acqua, cristallina.
La realtà traveste 
il sogno, e dice:
"Io sono il sole, i cieli, l'amore".
Ma mai si dilegua, mai passa,
se fingiamo di credere che è più che un sogno.
E viviamo sognandola. Sognare
è il mezzo che l'anima ha
perché non le fugga mai 
ciò che fuggirebbe se smettessimo 
di sognare che è realtà ciò che non esiste.
Muore solo 
un amore che ha smesso di essere sognato
fatto materia e che si cerca sulla terra.______
Pedro Salinas 

 

 

Repost 0
12 luglio 2017 3 12 /07 /luglio /2017 13:06
Ascolta come mi batte forte il tuo cuore.
 
 

Poteva accadere.

doveva accadere.

E' accaduto prima. Dopo.

Più vicino. Più lontano.

E' accaduto non a te.

Ti sei salvato perchè eri il primo.

Ti sei salvato perchè eri l'ultimo.

Perchè da solo. Perchè la gente.

Perchè a sinistra. Perchè a destra.

Perchè la pioggia.

Perchè un'ombra.

Perchè splendeva il sole.

Per fortuna là c'era un bosco.

Per fortuna non c'erano alberi.

Per fortuna una rotaia,

un gancio, una trave, un freno,

un telaio, una curva,

un millimetro, un secondo.

Per fortuna sull'acqua

galleggiava un rasoio.

In seguito a, poichè, eppure,

malgrado.

Che sarebbe accaduto

se una mano, una gamba

a un passo, a un pelo,

da una coincidenza.

Dunque ci sei?

Dritto dall'attimo

ancora socchiuso.

La rete aveva solo un buco,

e tu proprio da lì?

Non c'è fine al mio stupore,

al mio tacerlo.

Ascolta

come mi batte forte,

il tuo cuore. ______Wislawa Szymborska

 

 

 

Repost 0
Published by Poesia di Wislawa Szymborska
scrivi un commento
12 luglio 2017 3 12 /07 /luglio /2017 11:38

 

 

Mi ha assalito un'acre nostalgia,

come la gente di una vecchia foto

 

 

Mi ha assalito un'acre nostalgia

 

Mi ha assalito un'acre nostalgia,

come la gente di una vecchia foto che vorrebbe

tornare con chi la guarda, nella vecchia luce della lampada.

 

In questa casa, penso a come l'amore

in amicizia muta nella chimica

della nostra vita, e all'amicizia che ci rasserena

vicino alla morte.

E quanto è simili ai fili sparsi la nostra vita

che più non sperano di tessersi in un altro ardito.

 

Giungono dal deserto voci impenetrabili.

Polvere che profetizza polvere. Passa un aereo e ci chiude

sotto la lampo di un grosso sacco di destino.

 

E il ricordo di un viso amato di ragazza

trascorre per la valle, come quest' autobus notturno: molti

finestrini illuminati, molto visi di lei. _____Yehuda Amichai

 

 

Repost 0
11 luglio 2017 2 11 /07 /luglio /2017 12:12

 

Poesia perdonami per averti aiutato a capire
che non sei fatta solo di parole.______
Roque Dalton Garcia

 

 

 

 

Alla fiera − la tana,
Al pellegrino — la strada,
Al morto −  il carro.
A ciascuno − il suo.
Alla donna − fingere,
Allo zar − governare,
A me − glorificare
Il nome tuo. ______
Marina Cvetaeva

 

 

 

 

Fanno delle cose, le donne, alle volte,

che c'è da rimanerci secchi.

Potresti passare una vita a provarci:

ma non saresti capace di avere quella leggerezza

che hanno loro, alle volte.

Sono leggere dentro. Dentro.______ Alessandro Baricco

 

 

 

Ho preso un sorso di vita

Vi dirò quanto l'ho pagato

Precisamente un'esistenza

Il prezzo di mercato, dicono.

 

M'hanno pesata, granello per granello

Bilanciata fibra con fibra,

Poi m'han dato il valore del mio Essere -

Un solo grammo di Cielo!______ Emily Dickinson

 

 

 

Repost 0
Published by Etta - in Poesie sparse
scrivi un commento
10 luglio 2017 1 10 /07 /luglio /2017 11:51

 

 

 

Sono una creatura piena di difetti, ma sono questi difetti che mi rendono speciale per chi mi sa amare.____Ejay Ivan Lac

 

 

 

Cerco la rarità...

Cosa me ne faccio di una quotidiana bellezza?

Voglio che le cose mi sorprendano,

mi lascino senza fiato.

Voglio il difetto che rendano uniche le cose.

L'unicità...degli imperfetti.____Alessandro Vettori

 

 

 

" L'amore nasce negli occhi, incomincia con uno sguardo, poi con un sorriso,

una luce diversa da quella di altri occhi".____Romano Battaglia 

 

 

 

So che è un segreto, perché lo sento sussurrare dappertutto.__William Congreve

 

 

 

 

A volte devi indietreggiare di uno o due passi, riconsiderare, staccare per un mese.

Non fare niente, non volere niente,

La pace è fondamentale, il ritmo è fondamentale.____Charles Bukowski 

 

 

Repost 0
Published by Etta - in Frasi di vita
scrivi un commento
4 luglio 2017 2 04 /07 /luglio /2017 06:44

.

 

Voglio che mi racconti
il dolore che taci
dal canto mio,
ti offro la mia ultima speranza
sei sola
sono solo
ma a volte
la solitudine può
essere
una fiamma..______
Mario Benedetti 

 


 

 

Giunge sempre 

il momento

in cui abbiamo bisogno

di attingere

alla nostra fiamma interiore

per dare un senso

alla nostra esistenza. ____Paulo Coelho

 

 

 

e piove in petto 

una dolcezza inquieta. _____ Eugenio Montale 

 

 

 

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento
3 luglio 2017 1 03 /07 /luglio /2017 21:16

 

“Vorrei che fossimo farfalle e vivessimo tre soli giorni d’estate – tre giorni così, con te, sarebbero più colmi di delizie di quante ne potrebbero contenere cinquanta anni di vita ordinaria” – John Keats

 

john-keats

John Keats

1795 - 1821

 

 

john Keats è stato un poeta inglese, uno dei principali esponenti del romanticismo.
Nonostante il mancato successo presso i suoi contemporanei, John Keats è oggi unanimemente considerato uno dei più grandi poeti del Romanticismo inglese e alcune delle sue opere, le odi soprattutto, hanno raggiunto la fama immortale che gli è stata negata in vita. Molti scrittori e artisti sono stati profondamente influenzati dalla sua poetica, primo fra tutti Jorge Luis Borges, per il quale il primo approccio a Keats rappresentò la più importante esperienza letteraria di tutta la sua vita.

 

Oh fossi come te,  lucente stella

 

Oh fossi come te, lucente stella,

costante - non sospeso in solitario

splendore in alto nella notte, e spiando

con le palpebre schiuse eternamente

come eremita paziente ed insonne

della natura, le mobili acque

nel loro compito sacerdotale 

di pura abluzione intorno ai lidi

umani della terra, o rimirando

la maschera di nuova neve che

sofficemente cadde sopra i monti

e sopra le brughiere, no - ma sempre

costante ed immutabile posare

il capo sul bel seno maturante

del mio amore e sentire eternamente

il suo dolce abbassarsi e sollevarsi,

per sempre desto in una dolce ansia,

sempre udire il suo tenero respiro

e vivere così  perennemente -

o svenire altrimenti nella morte.

 

 

Fanny Brawne

1800 - 1865

 

 

Che mi ami tu lo dici

 

Che mi ami tu lo dici, ma con una voce
Più casta di quella d’una suora
Che per sé sola i dolci vespri canta,
Quando la campana risuona -
Su, amami davvero!

Che mi ami tu lo dici, ma con un sorriso
Freddo come un’alba di penitenza,
Suora crudele di San Cupido
Devota ai giorni d’astinenza -
Su, amami davvero!

Che mi ami tu lo dici, ma le tue labbra
Tinte di corallo insegnano meno gioia
Dei coralli del mare -
Mai che s’imbroncino di baci -
Su, amami davvero!

Che mi ami tu lo dici, ma la tua mano
Non stringe chi teneramente la stringe;
È morta come quella d’una statua
Mentre la mia brucia di passione -
Su, amami davvero!

Su, incendiamoci di parole
E bruciandomi sorridimi - stringimi
Come devono gli amanti - su, baciami,
E l’urna, poi, delle mie ceneri seppelliscila nel tuo cuore -
Su, amami davvero!

 

 

 

Una delle lettere d'amore che scandalizzò la società vittoriana nell'Ottocento.

 

 

 

Il fidanzamento fra Keats e Fanny Brawne rimase sconosciuto fino al 1878, quando vennero pubblicate le prime lettere. La loro unione, durata dal dicembre 1818 fino alla morte di Keats nel febbraio del 1821, ha coinciso fra le altre cose con gli anni artisticamente più prolifici del poeta. Keats si innamora immediatamente di Fanny, ma non la sposa, a causa delle sue condizioni economiche limitate e della sua salute precaria. 

 

 

"Mia cara ragazza,

In questo momento mi sono messo a copiare dei bei versi. Non riesco a proseguire con una certa soddisfazione. Ti devo dunque scrivere una riga o due per vedere se questo mi assiste nell'allontanarmi dalla mia mente anche per un breve momento. Sulla mia anima non riesco a pensare a nient'altro. E' passato il tempo in cui avevo il potere di ammonirti contro la poco promettente mattina della mia vita. Il mio amore mi ha reso egoista. Non posso esistere senza di te. Mi scordo di tutto salvo che di vederti ancora la mia vita sembra fermarsi lì non vedo oltre. Mi hai assorbito. In questo preciso momento ho la sensazione di essermi dissolto - sarei profondamente un felice senza la speranza di vederti presto. Sarei spaventato di dovermi allontanare da te. mia dolce Fanny, cambierà mai il tuo cuore? Amore mio, cambierà? Non ho limiti ora al mio amore... Il tuo biglietto è arrivato proprio qui. Non posso essere felice lontano da te. E' più ricco di una nave di perle. Non mi tratterà male neanche per scherzo. Mi sono meravigliato che gli uomini possano morire martiri per la loro Religione - Ho avuto un brivido. Ora non rabbrividisco più. Potrei essere un martire per la mia religione - la mia religione è l'amore - potrei morire per questo. Potrei morire per te. Il mio credo è l'amore e tu sei il mio unico dogma. Mi hai incantato con un potere al quale non posso resistere; eppure potevo resistere fino a quando ti vidi;  e perfino dopo averti visto ho tentato spesso "di ragionare contro le ragioni del mio amore". Non posso farlo più - il dolore sarebbe troppo grande. Il mio amore è egoista. Non posso respirare senza di te. "

Tuo per sempre

john Keats

 

 

 

 

Repost 0
28 giugno 2017 3 28 /06 /giugno /2017 19:08

 

 

Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno

tra i tuoi capelli,

per poter sentire anche da lontano

il tuo profumo!______ Pablo Neruda

 

 

Il vento è un cavallo: senti come corre per il mare, per il cielo. 

 

 

Il vento nell'isola

 

Il vento è un cavallo:
senti come corre
per il mare, per il cielo.

Vuol portarmí via: senti
come percorre il mondo
per portarmi lontano.

Nascondimi, tra le tue braccia
per questa notte sola,
mentre la pioggia rompe
contro il mare e la terra
la sua bocca innumerevole.

Senti come il vento

mi chiama galoppando
per portarmi lontano.

 

Con la tua fronte sulla mia fronte,
con la tua bocca sulla mia bocca,
legati i nostri corpi
all'amore che ci brucia,
lascia che il vento passi
senza che possa portarmi via. 

 

Lascia che il vento corra
coronato di spuma,
che mi chiami e mi cerchi
galoppando nell'ombra,
mentre, sommerso
sotto i tuoi grandi occhi,
per questa notte sola

riposero, amor mio.______ Pablo Neruda

 

 

Ti manderò un bacio con il vento e so che lo sentirai.

 

Ti manderò un bacio con il vento

Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi
Vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c'è di bello
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello
 che la primavera fa con i ciliegi.______ Pablo Neruda

 

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento

Presentazione

Profilo

  • Etta
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero