Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
21 aprile 2016 4 21 /04 /aprile /2016 13:28

 

 

Tutto,

una parola sfrontata e piena di boria.

Andrebbe scritta fra virgolette.

Finge di non tralasciare nulla,

di concentrare, includere, contenere e avere.

E invece è soltanto

un brandello di materia.

(Wislawa Szymborska)

 

*****

 

 

 

C'è nel riso dell'uomo

da "Antenata"

C'è nel riso dell'uomo
la meraviglia
sotto la pelle dei pezzi di pane
da mangiare subito
si vedono le corde vive nei bracci
poi verrà la pioggia
a lavare le schiene
infilare la tosse nei petti

(Mariangela Gualtieri)

 

 

Tutto poesia del Novecento

 

Se domani ti arrivano dei fiori

da "Inventario Privato" (1959)

Se domani ti arrivano dei fiori
sbagli se pensi a me (io sbaglio se
penso che il tuo pensiero a me si possa
volgere, come il volto tuo serrato
con mani troppo docili a carpire
quando sulle tue labbra m'era dato
baci dalla città) non so che fiori
siano: te li ha mandati per amore
d'amore uno incontrato in trattoria
dove le mie parole spesso s'urtano
con la gente di faccia.

Che figura

t'ho data, quali fiori può accordare
nella scelta all'immagine riflessa
di te?

Non devi amarmi se ti sbriciolo
su una tovaglia lisa: e non mi ami.

(Elio Pagliarani)

 

 

 

Tutto poesia del Novecento

 

Quei tuoi capelli d'arance nel vuoto del mondo

Quei tuoi capelli d'arance nel vuoto del mondo,
nel vuoto dei vetri grevi di silenzio e
d'ombra ove a mani nude cerco ogni tuo riflesso,

Chimerica è la forma del tuo cuore
e al mio desiderio perduto il tuo amore somiglia.
O sospiri di ambra, sogni, sguardi.

Ma non sempre sei stata con me, tu. La memoria
m’è oscurata ancora d’averti vista giungere
e sparire. Ha parole il tempo, come l’amore.

(Paul Eluard)

 

 

Tutto poesia del Novecento

 

Eravamo d'aria in un cielo di frasche

da "Liber" (1988)

Eravamo d'aria in un cielo di frasche
E dalla mura l'edera a ridacchiare,
e l'aria era il tempo, e lei diceva:
"La mia paura è quel tuo toccarmi!"
Passa una nuvola e guardo i miei pensieri,
un uccello zufola, e sento come un tremare.
Ho trattenuto il cuore, e lei diceva: "Ieri
La mia giovinezza ti moriva in braccio".
Null'altro mi pareva di ascoltare.
Taceva il tempo, e mi tenevo basso.

(Franco Loi)

 

 

Tutto poesia del Novecento

 

Tutto il mondo è vedovo

da "Variazioni Belliche" (1964)

Tutto il mondo è vedovo se è vero che tu cammini ancora
tutto il mondo è vedovo se è vero! Tutto il mondo
è vero se è vero che tu cammini ancora, tutto il
mondo è vedovo se tu non muori! Tutto il mondo
è mio se è vero che tu non sei vivo ma solo
una lanterna per i miei occhi obliqui. Cieca rimasi
dalla tua nascita e l’importanza del nuovo giorno
non è che notte per la tua distanza. Cieca sono
chè tu cammini ancora! Cieca sono che tu cammini
e il mondo è vedovo e il mondo è cieco se tu cammini
ancora aggrappato ai miei occhi celestiali.

(Amelia Rosselli)

 

 

 

 

Repost 0
20 aprile 2016 3 20 /04 /aprile /2016 08:18

 

 

 

  9t6q0k6sEmily Dickinson 

 

 

 

Cuore!

Tu ed io, stanotte

Lo dimenticheremo!

Ti scorderai il calore che ti dette

Io scorderò la luce!

E avvertimi, ti prego

Quando sarà finito

Così potrò di nuovo cominciare!

Fa presto! Perché fino a quando indugi

Io lo ricordo ancora!

 

 

Emily Dickinson9t6q0k6s

 

 

 

 

  Emily Dickinson - Poesie

 

Per un istante d'estasi

Che prezzo d'angoscia paghiamo

stessa misura fremente

Di un'istante d'estasi

 

Per un'ora che fu la più cara

Quali aspri compensi per anni

Che amari spiccioli contesi

E che scrigni colmi di lacrime

 

Emily Dickinson9t6q0k6s

 

 

 

Ho udito a volte un Organo parlare

nella Navata di una Cattedrale,

e non capii che cosa mi dicesse -

pure, trattenni il fiato -

mi alzai – e me ne andai,

più devota Fanciulla divenuta -

Pure, non saprò mai cosa mi accadde

in quell'antica Cappella.

 

 

Emily Dickinson9t6q0k6s

 

 

  Emily Dickinson - Poesie

 

Sa come si dimentica!

Me lo potrà insegnare?

è l'arte più facile

Dicono

Quando s'impara come.

 

Emily Dickinson 9t6q0k6s

 

 

 

Repost 0
18 aprile 2016 1 18 /04 /aprile /2016 20:10

 

 

Pensieri sparsi

Dicono che un buon bagno
cancella tutto.
Io è da anni che mi bagno
mi strofino
mi arrosso
e non ho potuto strapparmi
le tue mani.

Lucía Rivadeneyra

 

 

Pensieri sparsi

Haiku

 

Passi stanchi

il cammino è lungo

- parole perse.

 

 

Pensieri sparsiPensieri sparsi
Pensieri sparsiPensieri sparsiPensieri sparsi

Quando la natura è vita e la vita è natura.

 

 

Pensieri sparsi

 

M'inviti?

Senti, conosco un caffè qui all’angolo, pieno di specchi, con un’orchestra

che suona il valzer: m’inviti?

Italo Calvino

 

 

Pensieri sparsi

Un raggio di sole

accende visioni

nelle ombre del bosco.

 

 

Pensieri sparsi

.

L’alba posa il nuovo giorno sul palcoscenico della tua vita, e se ne va.

Il nuovo giorno è tuo, t’appartiene, nessuno te lo può portare via.

Puoi farne ciò che vuoi.

farne un capolavoro o un fiasco.

Perché sei Tu il protagonista

 

Omar Falworth.

 

 

 

 

Repost 0
16 aprile 2016 6 16 /04 /aprile /2016 19:19
Poesie scelte

O Signore, il mio cuore non mi basta più,

quella che io amo è grande quanto il mondo:

mettimene nel petto un altro

che sia grande quanto il mondo.


Nizar Qabbani

 

 

Poesie scelte

Alberi

 

Ognuno ha la sua vita,

i suoi giorni, la sua storia

ma... un giorno, credimi succede,

qualcuno verrà a tagliare l'albero che hai scelto

e allora saprai della libertà.

 

Giovenale Nino Sassi

 

 

Poesie scelte

.

Deserto

 

Sabbia a perdita d’occhio:

deserto.

Ho lasciato le colline

avvolto nel freddo di un pomeriggio d’autunno

ed ora sono qui,

icona

posata sulla spiaggia sterminata del tramonto.

Misuro i passi,

consumo le distanze,

i pensieri.

L’uomo che ero

è rimasto dove la valle scende

in direzione del mare

mentre l’onda della risacca,

impetuosa e disordinata,

batte lo scoglio.

Sulla tela niente

Giovenale Nino Sassi

 

 

Poesie scelte

Dicono alcuni che sulla terra nera

la cosa più bella sia un esercito di

cavalieri; altri dicono di fanti; altri dicono di

navi. Per me, invece, è ciò che si ama.


Saffo

 

 

Poesie scelte

.

Ti odio e ti amo.

Come possa fare ciò, forse tu mi chiedi.

Non lo so, ma sento che così avviene, e me ne tormento.


Catullo

 

 

Poesie scelte

.

Mondo splendido

 

Sempre e poi sempre, o vecchio o giovane torno a

avvertire:

una montagna notturna e al balcone una donna

silenziosa,

bianca una strada al chiaro di luna in lieve pendio

e ciò mi lacera il cuore nel petto atterrito di

struggimento.

 

O mondo ardente, o tu chiara donna al balcone,

cane che abbai nella valle, treno lontano che passi,

come mentite, come atroci ingannate me ancora,

e pur tuttavia voi siete sempre il mio sogno e

delirio più dolce.

 

Spesso ho tentato la strada per la tremenda

"realtà"

dove hanno valore mode, assessori, leggi, e denaro,

ma solitario mi sono involato, deluso e liberato,

verso là dove sogno e beata follia zampilla.

 

Afoso vento notturno negli alberi, scura zigana,

mondo ricolmo di nostalgia pazza e profumo di poesia,

mondo splendente, di cui sono schiavo eternamente,

dove a me guizzano i tuoi bagliori, dove riecheggia

per me la tua voce.

 

Hermanne Hesse

 

 

 

Poesie scelte

.

Turbamento

 

L'anima mia nel mezzo della notte

è paralizzata e confusa.

Fuori, fuori di lei si compie la sua vita.

E attende la favolosa aurora.

E anch'io dentro di lei, con lei,

attendo, m'annoio, mi consumo.

Kostantin Kavafis

 

 

Poesie scelte Poesie scelte

Eredità

 

Come sei diventato poeta è un mistero

Dove cavolo hai preso il tuo talento?

Dico : avevo due zii, Jack e Harry –

Uno era muto, l’altro balbuziente.

 

Toni Harrison

 

 

Poesie scelte

 

Sarebbe bello

 

 

Sarebbe bello averti vicina

adesso che tramonta il giorno


Questa stanza da pittore

troverebbe luce e spazio

e

arriverebbe

silenziosa la sera

a sussurrare parole d’amore.

Che ne so perché

di quest’ansia strana

che sale e stringe il petto,

perché non dormo.

Che fai …

dove stai…

con chi sei …

E’ triste star soli

adesso che tramonta il giorno.

Giovenale Nino Sassi

 

 

 

Poesie scelte

.

 

Il saggio

 

Ero perso con lo sguardo verso il mare

ero perso con lo sguardo nell'orizzonte

tutto e tutto appariva come uguale

poi ho scoperto una rosa in un angolo di mondo,

ho scoperto i suoi colori e la sua disperazione

di essere imprigionata fra le spine

non l'ho colta ma l'ho protetta con le mie mani,

non l'ho colta ma con lei ho condiviso il profumo

e le spine, tutte quante. 

 

Hafiz

 

 

Repost 0
Published by Etta - in Poesie scelte
scrivi un commento
15 aprile 2016 5 15 /04 /aprile /2016 10:21
Osho - La vita meravigliosa

 

La vita non e’ un viaggio.
Non e’ una meta.
E’ un processo.
Arrivate passo per passo.
E se ogni passo e’ meraviglioso,
se ogni passo e’ magico,
lo sarà a che arrivano in punto di morte
senza aver vissuto.

Perchè non vi sarete mai lasciati sfuggire nulla.
Non guardare al di sopra delle spalle degli altri.
Guardateli negli occhi.
Non parlate ai vostri figli.
Prendete i loro visi tra le mani per parlare con loro.
Non fate l’amore con un corpo,
fate l’amore con una persona.
E fatelo ora.
Perchè questo momento non durerà in eterno.
Sparirà in fretta e non tornerà mai più.
Tanti di noi passano la vita
a piangere sui momenti passati.

Troppo tardi!
Ricordate: c’e’ ancora un milione di momenti felici,
che devono ancora arrivare.

Osho

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
14 aprile 2016 4 14 /04 /aprile /2016 12:02

 

 

Lettera ad un'amica

Questa lettera, amica mia, sarà lunghissima. Non mi piace troppo scrivere. Ho letto sovente che le parole tradiscono il pensiero, ma mi sembra che le parole scritte lo tradiscano ancor di piú. Tu sai ciò che resta di un testo dopo due successive traduzioni. E poi, io non sono abile. Scrivere è una scelta perpetua tra mille espressioni, nessuna delle quali, avulsa dalle altre, mi soddisfa completamente. Eppure dovrei sapere che soltanto la musica permette il concatenarsi degli accordi. Una lettera, anche la piú lunga, costringe a semplificare ciò che non avrebbe dovuto essere semplificato: si è sempre cosí poco chiari quando si tenta di essere esaurienti! Qui vorrei fare uno sforzo, non soltanto di sincerità, ma anche di esattezza; ce ne saranno cancellature in queste pagine; ce ne sono già. Ciò che ti chiedo (la sola cosa che ti possa chiedere ancora) è di non saltare alcuna di queste righe che mi saranno costate tanto. Se è difficile vivere, e ancora piú difficile spiegare la propria vita.

 

Marguerite Yourcenar

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
13 aprile 2016 3 13 /04 /aprile /2016 14:43

 

 

 

 

 

La Primavera vestita di viola 

 

 

 

La Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.Pasolini
La Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.Pasolini
La Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.PasoliniLa Primavera vestita di viola - Il glicine di P.P.Pasolini

 Il glicine

 

... e intanto era aprile,

e il glicine era qui, a rifiorire.

(...)

Prepotente, feroce

rinasci, e di colpo, in una notte, copri

un intera parete appena alzata, il muro

principesco di un ocra

screpolato al nuovo sole che lo cuoce ...

E basti tu, col tuo profumo, oscuro,

caduco rampicante, a farmi puro

di storia come un verme, come un monaco:

e non lo voglio, mi rivolto – arido

nella mia nuova rabbia,

a puntellare lo scrostato intonaco

del mio nuovo edificio.

(...)

Tu che brutale ritorni,

non ringiovanito, ma addirittura rinato,

furia della natura, dolcissima,

mi stronchi uomo già stroncato

da una serie di miserabili giorni,

ti sporgi sopra i miei riaperti abissi,

profumi vergine sul mio eclissi,

antica sensualità...

 

Pier Paolo Pasolini

 

 

 

 

La Primavera di Claude Monet e Igor Stravinski 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento
13 aprile 2016 3 13 /04 /aprile /2016 12:31
La gioia non mia - Jonathan Safran Foe

A me piace vedere le persone riunite, forse è sciocco, ma che dire, mi piace vedere

la gente  che  si corre  incontro, mi piacciono i baci  e  i pianti, amo l'impazienza,  le

storie che la bocca  non riesce  a raccontare abbastanza in fretta, le  orecchie  che

non sono  abbastanza  grandi, gli occhi che non abbracciano  tutto  il cambiamento,

mi piacciono gli  abbracci, la  ricomposizione, la fine della  mancanza  di  qualcuno,

mi  siedo  in  disparte con  un  caffè e  scrivo nel diario, controllo  gli  orari  dei  voli

anche se  ormai li  conosco a memoria, osservo e scrivo, cerco di non ricordare  la

vita che non  volevo  perdere  ma  che ho  perduto e  devo ricordare, essere qui mi

mi riempie di gioia il  cuore anche se la gioia non è mia.

 

Jonathan Safran Foe

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento
12 aprile 2016 2 12 /04 /aprile /2016 11:41

 

 

 

Se perdi il “treno” significa che non era quello giusto

Quando perdi quello giusto, ti aspetta alla stazione successiva.

Ma ti aspetta.


Web

 

 

Citazioni

 

 

Non è mai troppo alta la luna

per chi ha fra le mani una scala di sogni.


Delphine De Vigan

 

 

Citazioni

 

Ognuno di noi è una luna: ha un lato oscuro che non mostra mai a nessun altro.


Mark Twain

 

 

Citazioni

 

Oh invadimi con la tua bocca bruciante,

indagami, se vuoi, coi tuoi occhi notturni

ma lasciami nel tuo nome navigare e dormire.

 

Pablo Neruda

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento
10 aprile 2016 7 10 /04 /aprile /2016 07:13

 

Bella,

come nella pietra fresca

della sorgente, l'acqua

apre un ampio lampo di spuma,

così è il sorriso del tuo volto,

bella.


Pablo Neruda

 

___________________________________________

 

 

 

Pablo Neruda - Poesie

.

La tua vita si fece fiume

 

Io andavo lungo il sentiero, tu venivi,

il mio amore cadde tra le tue braccia,

il tuo amore tremò nelle mie.

Da allora il mio cielo di notte ebbe stelle

e per raccoglierle la tua vita si fece fiume.

 

Pablo Neruda

 

____________________________________________

 

 

Pablo Neruda - Poesie

.

Se tu mi dimentichi

 

Voglio che tu sappia
una cosa.
Tu sai com’è questa cosa:
se guardo
la luna di cristallo, il ramo rosso
del lento autunno alla mia finestra,
se tocco
vicino al fuoco
l’impalpabile cenere
o il rugoso corpo della legna,
tutto mi conduce a te,
come se ciò che esiste,
aromi, luce, metalli,
fossero piccole navi che vanno
verso le tue isole che m’attendono.
Orbene,
se a poco a poco cessi di amarmi
cesserò d’amarti a poco a poco.
Se d’improvviso
mi dimentichi,
non cercarmi,

ché già ti avrò dimenticata.
Se consideri lungo e pazzo
il vento di bandiere
che passa per la mia vita
e ti decidi
a lasciarmi alla riva
del cuore in cui ho le radici,
pensa
che in quel giorno,
in quell’ora,
leverò in alto le braccia
e le mie radici usciranno
a cercare altra terra.
Ma
se ogni giorno,
ogni ora
senti che a me sei destinata
con dolcezza implacabile.
Se ogni giorno sale
alle tue labbra un fiore a cercarmi,
ahi, amor mio, ahi mia,
in me tutto quel fuoco si ripete,
in me nulla si spegne né si dimentica,
il mio amore si nutre del tuo amore, amata,
e finché tu vivrai starà tra le tue braccia
senza uscire dalle mie.

 

Pablo Neruda

 

______________________________________

 

 

Ahi il nostro amore è una corda dura

che ci lega ferendoci

e se vogliamo

uscire dalla nostra ferita,

separarci,

ci stringe un nuovo nodo e ci condanna

a dissanguarci e a bruciarci insieme.

 

Pablo Neruda

 

_______________________________________

 

 

Così ti amo perché non so amare altrimenti

che così, in questo modo in cui non sono e non sei,

così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,

così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.

 

Pablo Neruda

 

 

 

Repost 0
Published by Etta - in Poesie amore
scrivi un commento

Presentazione

Profilo

  • Etta
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero