Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
28 gennaio 2016 4 28 /01 /gennaio /2016 08:58

 

Emily Dickinson

______________________________________________________________________

 

Non conoscendo quando verrà l'alba,

Apro ogni porta:

Piume avrà, come uccello,

O onde, come spiaggia -

 

Not knowing when the Dawn will come,

I open every Door,

Or has it Feathers, like a Bird,

Or Billows, like a Shore -

     Emily Dickinson

 _______________________________________________________________________ 
 

La poesia per i poeti
Repost 0
27 gennaio 2016 3 27 /01 /gennaio /2016 20:32

 

 

In giorni come questi, spesso 

 

 

___________________________________________________________________________

 

 

In giorni come questi, spesso

la tetraggine m’assale

mi tortura. Ma arrivi tu

che sconfiggi la noia

coi tuoi discorsi variopinti.

Anche oggi cercheremo una breccia.

Una parola che ci possa salvare

e che ci tenga in bilico

e il vivere d'ora in ora

sul confine ideale tra realtà

e fantasia potrà, anche

se per poco, cangiare l'esistenza.

                                                                   Eugenio Montale

 

 

Repost 0
27 gennaio 2016 3 27 /01 /gennaio /2016 13:26

 

___________________________________________________________________________

 

"Qui non ho visto nemmeno una farfalla.

Le farfalle non vivono nel ghetto"

 

___________________________________________________________________________

La Farfalla

L'ultima, proprio l'ultima,

di un giallo così intenso, così

assolutamente giallo,

come una lacrima di sole quando cade

sopra una roccia bianca

così gialla, così gialla!

L'ultima,

volava in alto leggera,

aleggiava sicura

per baciare il suo ultimo mondo.

Fra qualche giorno

sarà già la mia settima settimana

di ghetto:

i miei mi hanno ritrovato qui

e qui mi chiamano i fiori di ruta

e il bianco candeliere del castagno

nel cortile.

Ma qui non ho visto nessuna farfalla.

Quella dell'altra volta fu l'ultima:

le farfalle non vivono nel ghetto.

Pavel Friedman

7.1.1921 - 29.9.1944

 

 

____________________________________________________________________________

 

“La farfalla” è una poesia di Pavel Freedman (1921 – 1944), uno dei

quindicimila bambini rinchiusi nel campo di Terezin, poi mandato ad

Auschwitz dove ha trovato la morte. Il ricordo dell’ultima farfalla vista fuori

dal ghetto, simboleggia la sua perduta libertà e l’infanzia negata.

 

____________________________________________________________________________

 

 

Fra i prigionieri del ghetto di Terezìn vi furono all'incirca 15.000 bambini.

Il ghetto di  Terezìn fu uno  dei luoghi  in cui fu  concentrato  il maggior

numero di prigionieri bambini, compresi i neonati.

La maggior parte di essi  morì nel corso del 1944 nelle camere  a  gas di

Auschwitz.

Dopo  la  guerra  non ne ritornò  nemmeno  un  centinaio, e  tutti  di età

superiore a 14 anni.

 

___________________________________________________________________________

 

 

Il giorno della memoria - La farfalla
Il giorno della memoria - La farfalla
Il giorno della memoria - La farfalla
Il giorno della memoria - La farfalla
Il giorno della memoria - La farfalla

 

Foto: Disegni di Margit Koretzovà ex prigioniera bambina del ghetto nazista di

Terezin, città-fortezza cecoslovacca che divenne, tra il 1942 e il 1944, il "ghetto

dell'infanzia". La comunità ebraica di Theresienstadt si assicurò che tutti i bambini

deportati potessero continuare il loro percorso educativo.

L'artista Friedl Dicker-Brandeis creò una classe di disegno per bambini nel ghetto. I

disegni che l'artista riuscì a salvare, nascondendoli in due valige prima di essere

deportata ad Auschwitz erano all'incirca 4.000, ora fanno parte delle collezioni del

Museo statale ebraico di Praga.

Repost 0
27 gennaio 2016 3 27 /01 /gennaio /2016 03:45

 

Per non dimenticare

____________________________________________________________________________

 

Aushwitz

Faccia incavata
occhi oscurati
labbra fredde;
silenzio.
Cuore strappato
senza fiato,
senza parole,
nessun pianto

                                                                                 Santino Splinelli
 

 

 Aushwitz - La paura

 

___________________________________________________________________________

 

 

 

 

____________________________________________________________________________

 

Una canzone per mantenere vivo nella memoria il ricordo di uno sterminio

come simbolo di tutti i genocidi e le atrocità perpetrate nel passato e ancora

oggi contro l'Essere Umano.


"Nonostante tutto... continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo"

                                                                                dal diario di Anna Frank

 

___________________________________________________________________________

 

 

 Aushwitz - La paura

La paura

Di nuovo l’orrore ha colpito il ghetto,

un male crudele che ne scaccia ogni altro.

La morte, demone folle, brandisce una gelida falce

che decapita intorno le sue vittime.

I cuori dei padri battono oggi di paura

e le madri nascondono il viso nel grembo.

La vipera del tifo strangola i bambini

e preleva le sue decime dal branco.

Oggi il mio sangue pulsa ancora,

ma i miei compagni mi muoiono accanto.

Piuttosto di vederli morire

vorrei io stesso trovare la morte.

Ma no, mio Dio, noi vogliamo vivere!

Non vogliamo vuoti nelle nostre file.

Il mondo è nostro e noi lo vogliamo migliore.

Vogliamo fare qualcosa. E’ vietato morire!

                                                                               Eva Picková

 


Eva Picková nata nel 1931, aveva dodici quando è morta nel 1943.

 

 

 

 

 

Repost 0
25 gennaio 2016 1 25 /01 /gennaio /2016 13:08

 

 

Lo scenario maestoso del massiccio Le Torres del Plaine

 

____________________________________________________________________________

 

La Patagonia!

È un’amante difficile.

Lancia il suo incantesimo.

Un’ammaliatrice! 

Ti stringe nelle sue braccia

e non ti lascia più.

                                                                                                  BRUCE CHATWIN

 

 

Emozioni e sensazioni visibili
Repost 0
Published by Etta - in la Patagonia
scrivi un commento
24 gennaio 2016 7 24 /01 /gennaio /2016 09:37

 

Citazione sentimento

__________________________________________________________________________

 

Non chiedere mai scusa quando esterni un sentimento. Spesso ci si scusa

quando non si è ricambiati.. si pensa che dare amore ad una persona che da

noi non ne vuole sia come darle fastidio.. Ma se una cosa la senti non puoi

non esternarla. Non occorre chiedere scusa, piuttosto dovrebbe farlo chi

non apprezza questa tua esternazione, qualsiasi siano i suoi sentimenti per

te. Ognuno è libero di sentire o non sentire ciò che vuole, ma tutti hanno il

diritto di TENTARE di dare una concretezza ai propri sentimenti!

                                                                                   Benjamin Disraeli 

                                                                                                                                                                                                                                                    

Non chiedere mai scusa quando esterni un sentimento-Benjamin Disraeli

 

 

 

Repost 0
22 gennaio 2016 5 22 /01 /gennaio /2016 19:27

RIMANI 

____________________________________________________________________________

 

Rimani! Riposati accanto a me.

Non te ne andare.

Io ti veglierò. Io ti proteggerò.

Ti pentirai di tutto fuorché d'essere venuto a me, liberamente, fieramente.

Ti amo. Non ho nessun pensiero che non sia tuo;

non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te.

Lo sai. Non vedo nella mia vita altro compagno, non vedo altra gioia

Rimani.

Riposati. Non temere di nulla.

Dormi stanotte sul mio cuore....

                                                               Gabriele D'Annunzio 1863-1938

 

Carolina Landea 1960 - Chilean painter

Carolina Landea 1960 - Chilean painter

 

 

 

 

Repost 0
21 gennaio 2016 4 21 /01 /gennaio /2016 23:15

___________________________________________________________________________

 

Citazione

MICHELANGELO-da-PISA

 

Siamo circondati da poesia, non trovare ispirazione è un chiaro sintomo di cecità emotiva.

                                                                                                     Michelangelo-da-Pisa

CITAZIONI

 

____________________________________________________________________________

 

Citazione

JACK KEROUAC

 

Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede:

avevano altro e più lungo cammino da percorrere ma non importa, la strada

è lunga.

  Jack Kerouac

                                                                                    

Antonio Possenti- Spiaggia delle valigie

Antonio Possenti- Spiaggia delle valigie

____________________________________________________________________________

 

Citazione

JOHN MITCHELL MASON 

 

Siamo nati originali non moriamo fotocopie.

 John Mitchell Mason

 

Norman Rochwell

Norman Rochwell

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento
19 gennaio 2016 2 19 /01 /gennaio /2016 21:56
La stanza dei fiori - Frederick Childe Hassam

La stanza dei fiori - Frederick Childe Hassam

 

 

  La stanza dei fiori -1894

olio su tela, 86,5 cm x 86,5 cm

Collezione privata.

 

Frederick Childe Hassam (Dorchester, 17 ottobre 1859 - East Hampton, 

27 agosto 1935) è stato un pittore impressionista statunitense. Iniziò a 

lavorare come illustratore, incisore e pittore d'acquerello.   

 

In questo dipinto, forse poco usuale per il suo repertorio, Hassam evidenzia

un interno luminoso che risuona di vita: libri, quadri, sedie e tavoli, fiori

appena colti e disseminati per la stanza, e una ragazza vestita di rosa che

legge pigramente distesa su un divano.

Calore di casa anche nelle sfumature del dipinto...e luce...luce meravigliosa

che irradia dalle finestre che affacciano sull'esterno.

La casa, sulla costa del Maine, apparteneva a Cecilia Thaxter ed era spesso

meta di molti artisti (tra cui lo stesso Hassam).

Pur prediligendo scenari ricchi d’atmosfera (strade cittadine al tramonto,

paesaggi innevati o sotto la pioggia), Hassam si è dedicato anche allo studio

di figure femminili cercando di sfruttare particolari ore del giorno per

esaltare i giochi di luce.

  

  

 

Repost 0
19 gennaio 2016 2 19 /01 /gennaio /2016 20:16
Saffo-La dolce mela

La dolce mela

 

Come la dolce mela rosseggia sull'alto ramo, alta su quello più alto,

la dimenticarono i raccoglitori di mele ...

no, non la dimenticarono, ma non riuscirono a raggiungerla.

(Saffo)

 

 

 

Repost 0
Published by Etta
scrivi un commento

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero