Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
1 novembre 2022 2 01 /11 /novembre /2022 14:13

 

 Ti guardo, mi guardi.
 Ti parlo, mi ascolti.
 Ti chiedo un favore...
 regalami un fiore. 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
30 ottobre 2022 7 30 /10 /ottobre /2022 14:53

 

Fui tua, fosti mio.
Che più?
Insieme facemmo
un angolo di strada.
Dove l'amore passò.
 
 
Pablo Neruda

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
29 ottobre 2022 6 29 /10 /ottobre /2022 21:48

 

 

LE PAROLE DI HAMED

 

 

IO SONO HAMED - e.m.

 

 

 

Corri Dorina!
Corri Borys!
Correte forte,
mettetevi in salvo!
Correte veloci assieme alla vostra mamma,
correte verso la pace.
 
Correte!
Io sono con voi.
Assieme ad altre persone a spingervi via
da questa guerra maledetta.
Correte!
Correte veloci!
 
Per me non hanno trovato un porto sicuro,
nessuno mi ha teso la mano
e sono qui in fondo al mare.
 
 

 

L’odissea dei “disperati”.

 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
28 ottobre 2022 5 28 /10 /ottobre /2022 12:40

 

"Ho sempre adorato la sere di novembre, mi ricordano le mani fredde nel sotto dei vestiti, gli angoli sperduti e i portoni antichi del mio paese".

 

Luigi Mancini

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
27 ottobre 2022 4 27 /10 /ottobre /2022 11:47

 

 

 

PERDERSI PER RITROVARSI

 

 

PERDUTI

 

 

 

   Alfonso Brezmes

 

 

 

 

Rimani qui,
dove tutto è possibile.
Non aver paura,
anche se tutto è buio.
La realtà è qui.
Perché ci sarà sempre qualcuno
che tornerà ad aprire questo libro
e arriverà a questa pagina,
e nel pronunciare i nostri nomi
ci ritroverà.

 

 

 

To celebrate this night we found each other,
let’s get lost, oh, let’s get lost…
 

 

Chet Baker

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
26 ottobre 2022 3 26 /10 /ottobre /2022 07:20

 

"Niente è più inabitabile di un posto dove siamo stati felici".

 

Cesare Pavese

 

 

 

Oman - Wadi Bani Khalid

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
25 ottobre 2022 2 25 /10 /ottobre /2022 06:50

 

 

 

TRISTE PRESENTIMENTO

 

 

 

 

 

   Gerolamo Induno

 

Data               1862

Tecnica          olio su tela, cm 67 x 86

Ubicazione    Pinacoteca di Brera, Milano

 

 

 

Triste presentimento di Gerolamo Induno è un dipinto nel quale i sentimenti di una giovane donna alludono ad un avvenimento legato al Risorgimento italiano. Nel quadro  viene affrontato il dramma umano della protagonista di umili origini. Seduta su un letto disfatto, in una stanza modesta e disordinata,  la ragazza afflitta dal dolore  e dalla preoccupazione, osserva tristemente l'oggetto che tiene tra le mani, molto probabilmente il ritratto del fidanzato partito per inseguire gli ideali risorgimentali. A fianco è posta una riproduzione del celebre "Bacio" di Francesco Hayez, altra icona del periodo. Accanto al bacio, sulla parete della stanza, a sottolineare il senso dell’unità d’Italia, è posta anche una maschera di Pulcinella  e il busto di Giuseppe Garibaldi. Un ulteriore riferimento risorgimentale lo troviamo sull’imposta della finestra dove è posta una stampa che riproduce una scena di battaglia. Con straordinaria accuratezza Induno dipinge i dettagli della stanza invasa dalla luce del mattino: dal pavimento in cotto al soffitto in legno, dal camino con la bacinella, alla sedia con i vestiti gettati alla rinfusa, dalla cassettiera vicino alla finestra con splendidi brani di natura morta al copriletto meravigliosamente decorato. Sono segni di un Risorgimento vivo e sentito anche nelle situazioni più intime, come può essere appunto quella magistralmente descritta da Induno che, tramite i colori caldi e neutri, riesce a rendere tutta la tensione emotiva della situazione senza tuttavia creare una “cappa” di negatività al tutto.

Gerolamo Induno (Milano, 13 dicembre 1825 – Milano, 18 dicembre 1890) attraverso le sue opere di genere come questa, di forte impatto emotivo ed ambientata nella quotidianità, intendeva avvicinare il grande pubblico ai valori risorgimentali. 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
23 ottobre 2022 7 23 /10 /ottobre /2022 15:52

 

 

 TI  HO E NON TI HO

 

CUORE CORAZZA

 

 

 

   Mario Benedetti

 

 

 

Perché ti possiedo e no
perché ti penso
perché la notte ha gli occhi aperti
perché la notte passa e dico amore
 
Perché sei venuta a riprendere la tua immagine
e sei migliore di tutte le tue immagini
 
Perché sei bella dai piedi all'anima
perché sei buona dall'anima a me
 
Perché ti nascondi dolce nell'orgoglio
piccola e dolce
cuore corazza
 
Perché sei mia
perché non sei mia
perché ti guardo e muoio
e peggio che muoio
se non ti guardo amore
 
Se non ti guardo
perché tu sempre esisti dovunque
ma esisti meglio dove ti amo
perché la tua bocca è sangue
e hai freddo
devo amarti amore
 
devo amarti
anche se questa ferita brucia come due
anche se ti cerco e non ti trovo
e anche se la notte passa
e io ti possiedo
e no.
 
 
 

 

In fondo è vero. In amore non può esserci alcun possesso, "ti ho e non ti ho".

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
22 ottobre 2022 6 22 /10 /ottobre /2022 14:17

 

Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra: si dona.

 

Gustave Flaubert

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
21 ottobre 2022 5 21 /10 /ottobre /2022 15:00

 

 

COME SAPREI AMARTI, DONNA

 

AMORE

 

 

 

 

   Pablo Neruda

 

 

 


Donna, avrei voluto essere tuo figlio,per berti
il latte dai seni come da una sorgente,
per guardarti e sentirti al mio fianco e averti
nel riso d'oro e nella voce di cristallo.
Per sentirti nelle mie vene come Dio nei fiumi
e adorarti nelle tristi ossa di polvere e di calce,
perché il tuo essere passasse senza pena al mio fianco
e uscisse nella strofa - puro d'ogni male -.
Come saprei amarti, donna, come saprei
amarti, amarti come nessuno seppe mai!
Morire e amarti
ancor più.
E ancor più
amarti,
di più. 
 
 

 

"Come saprei amarti, donna", colonna sonora di chissà quanti amori.

 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                    

 

 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Articoli Recenti