Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
4 gennaio 2019 5 04 /01 /gennaio /2019 22:11

 

 

«Amerai lo straniero che era il tuo Io», dice il poeta.

«Amerai il prossimo tuo come te stesso», dice la Bibbia.

 

 

 

AMORE DOPO AMORE

 

 

Derek Walcott

 

 

Tempo verrà
in cui, con esultanza,
saluterai te stesso arrivato
alla tua porta, nel tuo proprio specchio,
e ognuno sorriderà al benvenuto dell’altro,


e dirà: Siedi qui. Mangia.
Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io.
Offri vino. Offri pane. Rendi il cuore
a se stesso, allo straniero che ti ha amato


per tutta la tua vita, che hai ignorato
per un altro che ti sa a memoria.
Dallo scaffale tira giù le lettere d’amore,


le fotografie, le note disperate,
sbuccia via dallo specchio la tua immagine.
Siediti. E’ festa: la tua vita è in tavola.

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
16 aprile 2017 7 16 /04 /aprile /2017 21:41

 

Tutti abbiamo una ferita segreta per riscattare la quale combattiamo. 


I. Calvino

 

 

Sorgente

 

Ah non fate che il sole mi sorprenda

coi suoi giubili pieni

né mostratemi parchi

gioiosamente in crescita di voce.

Nascondetemi i fiori,

i fedeli sorrisi dei fanciulli,

gli amorosi convegni.

Sospendete la musica e la danza:

se giungo dalle tenebri feroci,

fate che trovi intatto ogni confine.

 

Alda Merini

 

 

Un sorriso è quella cosa che nasce quando qualcuno ti tocca dolcemente il

cuore.

 

Carlo Cimati

 

 

 

 

Milano

 

Milano era bella stasera
nelle piazze pulite dal vento
nella sua cattedrale aguzza
nel suo cielo tenero
che scioglie i ginocchi.

Tutti parevano buoni e attenti
alla mimosa che traboccava dai cesti
le donne povere senza dolore
e le ricche senza albagìa,
ma lo strillone ha rotto l’incanto
e mi son ritrovata sola,
e aspra ho guardato i passanti
come nemici.

 

Magda De Grada 

 

 

Conquista te stesso non il mondo.

 

René Descartes

 

 

 

Chiamami a voce alta
chiamami non con il cuore
non con la mente
Chiamami senza pudore
senza rispetto
Chiamami a voce alta..
perchè se tu mi pensi
solo con la mente…
Io non ti sento!

 

Vellla Arena 

 

 

Potrei dire a quell'attimo:

Fermati dunque

 sei così bello.

 

J. W. Goethe da "Faust, II atto V"

 

 

 

La guardai.

Tutto il cielo e la terra si specchiavano nei suoi occhi.

Seguitammo a guardarci.

annegai nei suoi occhi.

L'accarezzai sul viso ci baciammo la trassi a me.

La strinsi forte

Con l'altra mano le frugavo i capelli.

Fu un bacio d'amore un lungo bacio... di puro amore.

 

Charles Bukowski

 

 

Imparerai  a  tue  spese  che  nel  lungo  tragitto  della  vita  incontrerai

tante maschere e pochi volti.

 

L. Pirandello

 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
10 aprile 2017 1 10 /04 /aprile /2017 07:07

 

A piedi scalzi
ho raccolto solitudini 
Aspettandoti.

 

 

 

Monotonia

 

 

Segue a un giorno monotono un nuovo

giorno, monotono, immutabile. Accadranno

le stesse cose, accadranno di nuovo.

Tutti i momenti uguali vengono, se ne vanno.

Un mese passa e un altro mese accompagna.

Ciò che viene s'immagina senza calcoli strani:

è l'ieri, con la nota noia stagna.

E il domani non sembra più domani.

 

 

Costantinos Kavafis

 

 

 

Esiste un'infinità di modi

per suicidarsi senza 

morire.

Una era guardarti baciarla.

 

 

Cluck Palahniuk 

 

 

 

 

Così fisso mirai

 

 

La beltà così fisso mirai

che la vista n'è colma.

Linee del corpo. Labbra rosse. Voluttuose membra.

Capelli da un ellenico simulacro, spiccati

e tutti belli, pur sì scarmigliati,

cadono appena sulla fronte bianca.

Volti d'amore, come li voleva

il mio canto...incontrati nelle notti

di giovinezza, nelle notti ascosamente...

 

Costantinos Kavafis

 

 

 

Condividi post
Repost0
8 dicembre 2016 4 08 /12 /dicembre /2016 14:12

 

 

Sentirai il tuono

e mi ricorderai,

pensando: lei voleva la tempesta.

L’orlo del cielo

avrà il colore del rosso intenso,

e il tuo cuore,

come allora, sarà in fiamme.__________ANNA ACHMATOVA
 

 

 

 

Spesso canta il lupo nel mio sangue e allora l'anima mia si apre in una

lingua straniera. Luce, dico allora, luce di lupo, dico, e che non venga

nessuno a tagliarmi i capelli_________MARIELLA MEHER

 

 

 

 

 

Io mi sono coperta di parole

perché nessuno trovi il silenzio in cui sto__________MARIE NOEL 
 

 

 

 

 

Compagna   mia,  mendicante,  fanciulla   straordinaria!  come  ti  sono

indifferenti  queste  sventurate e queste manovre,  e i miei   imbarazzi.

Attaccati a noi con la tua voce impossibile, la tua voce! unico adulatore

di questa meschina disperazione.________Arthur Rimbaud

 

 

 

 

 

Un anno fulmineo -

- uno sfarzo - una lacrima-

lo svegliarsi un mattino -

per scoprire che ciò per chi ci si sveglia -

inala un'alba diversa__________Emily Dickinson

 

 

 

 

Si esce e si chiude la porta senza pensarci. E quando ci si volta a vedere

quel  che si  è  combinato  è  troppo tardi. Se  vi sembra la  storia di una

vita, d'accordo__________RAYMOND CAVER 

 

 

 

 

Quando erano insieme, anche solo seduti a leggere uno accanto all’altra

o camminando per strada, il cielo sembrava un po’ più luminoso, il sole

un po’ più caldo, il mondo un po’ migliore__________Molly Antopol
 

 

 

 

 

Eppure- chissà - là dove qualcuno

 
resiste senza speranza,


è forse là che inizia la storia umana, 


come la chiamiamo,

 
e la bellezza dell'uomo__________
GHIANNIS RITSOS

 

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
24 ottobre 2016 1 24 /10 /ottobre /2016 08:01
Poesie

 

 

I pellegrini del mondo

 

Tu Stella dimmi, che ali di luce

ti sospingono rapida a un volo di fiamma,

dentro quale caverna della notte

si chiuderanno ora le tue piume?

E tu Luna che vai, pallida e grigia

pellegrina del Cielo, per vie senza riparo,

in quali abissi del giorno e della notte

stai ora ricercando il tuo riposo?

Vento ormai stanco, che passi vagabondo

come l'ospite esule del mondo,

possiedi ancora un tuo nido segreto

in vetta a un albero, in mezzo alle onde?

 

Percy Bysshe Schelley

 

 

*  *  *  *  * 

 

 

Bello è sentirsi cercare

 

Bello è, nascosti, sentirsi cercare!

Piu’ bello essere trovati,

se e’ questo che vogliamo e della volpe

e’ degno il cane.

Bene sapere e non dire,

meglio sapere e dire,

se puoi trovare quell’orecchio raro

che ti comprenda.

 

Emily Dickinson

 

 

*  *  *  *  *

 

 

Poesie

 

 

E l’amore guardò il tempo e rise,

perché sapeva di non averne bisogno.

Finse di morire per un giorno,

e di rifiorire alla sera,

senza leggi da rispettare.

Si addormentò in un angolo di cuore

per un tempo che non esisteva.

Fuggì senza allontanarsi,

ritornò senza essere partito,

il tempo moriva e lui restava.

Luigi Pirandello

 

 

*  *  *  *  * 

 

 

.

 

 

 

Ancora

Oggi mi porto a letto
un peccato di rifiuto

lo sconosciuto era dolce, per strada,
quando con voce di verità mi ha detto
"siete ancora bella"

oggi mi porto a letto
un dolore di rimpianto

è sempre un attimo più tardi
che ricordiamo di non aver detto grazie

non c'era tempo per tornare indietro
a toccargli le mani
a dirgli mi hai colpita
là dove fa più male,
con quella tua parola.

Quella parola in più

 

Rosaria Fiore

 

 

*  *  *  *  * 

 

 

 

Poesie

 

 

Quanto ti ho amato

Quanto ti ho amato Pierri
tu non lo saprai mai:
molto più dell'ape
che punge il suo fiore;
molto più della pioggia
che bagna il pineto.
Ti ho amato forse,
se mi è lecito dirlo,
più di quanto Dio
ami l'uomo.
E per amarti meglio
avrei voluto essere bella
come il silenzio
o come una sfera di stelle.
Ma le mie proprietà
erano miserevoli
e tremavo,
tremavo di passione
senza potertelo dire.


Alda Merini

 

 

*  *  *  *  *  

 

 

 

Il Silenzio

Ascolta, figlio, il silenzio.
E' un silenzio ondulato,
un silenzio,
dove scivolano valli ed echi
e che piega le fronti
al suolo.


 Federico Garcia Lorca

 

 

*  *  *  *  *

 

 

Poesie

 

 

 

Non cercare mai di dire il tuo amore

Non cercare mai di dire il tuo amore

amore che mai non si può dire;

perché il vento gentile si muove

silenzioso, invisibile.

Ho detto il mio amore,

ho detto il mio amore,

le ho detto tutto il mio cuore;

tremante, gelido, in terribili paure

ah, se ne va via.

Non appena se ne fu andata da me

uno straniero passò per caso;

silenzioso, invisibile

oh, non ci fu rifiuto.

 

William Blake

 

 

Condividi post
Repost0
22 settembre 2016 4 22 /09 /settembre /2016 09:00
Poesie

Come in un libro aperto

leggo nel fondo delle tue pupille.

Perché la bocca finge

di ridere se gli occhi la smentiscono.

Piangi, non vergognarti

di confessare che mi amasti un poco.

Piangi. Nessuno vede

.Guardami: io sono un uomo... eppure piango.

 

Gustavo Adolfo Becquer

 

 


 

Poesie

"...Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo

per aspettare...

io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare."

 

Ivano Fossati 

 

 

 

 

Poesie

 

Ti ho amato con troppe parole

 

Ti ho amato

con troppe parole.

Mi piacerebbe

poter tornare

ad amarti

con una sola

parola.

 

Montserrat Abello

 

 

 

 

 

Poesie

Vivo e torno

a vivere

ogni poesia,

ogni parola.

Amo tanto

la vita

che la faccio mia

ancora e ancora.

 

Montserrat Abelló

 

 

 

 

Poesie

E in un mondo di regole matematiche ci vuole poesia per essere

eccezione...

 

M.Bisotti

 

 

 

Poesie

Sentirai il tuono

e mi ricorderai,

pensando: lei voleva la tempesta.

L’orlo del cielo

avrà il colore del rosso intenso,

e il tuo cuore,

come allora, sarà in fiamme.

 

Anna Achmatova

 

 

Poesie

C'è

una certa

bellezza

nell'attesa,

una

bellezza

triste

perchè

l'attesa

passerà. 

 

Alex Fleites

 

 

 

Poesie

Vedere un Mondo in un granello di sabbia,

e un Cielo in un fiore selvatico,

tenere l'Infinito nel cavo della mano

e l'Eternità in un'ora.

 

William Blake

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
13 settembre 2016 2 13 /09 /settembre /2016 10:27
Poesie

Una sera, ho fatto sedere la Bellezza sulle mie ginocchia. – E l’ho trovata

amara. – E l’ho insultata.

 

A. Rimbaud

 

 

 

Odalisque - Joseph-Douglas

Odalisque - Joseph-Douglas

Donna

 

Quand’eri

giovinetta pungevi

come una mora di macchia. Anche il piede

t’era un’arma, o selvaggia.

Eri difficile a prendere.

Ancora

giovane, ancora

sei bella. I segni

degli anni, quelli del dolore, legano

l’anime nostre, una ne fanno. E dietro

i capelli nerissimi che avvolgo

alle mie dita, più non temo il piccolo

bianco puntuto orecchio demoniaco.

 

Umberto Saba

 

Portrait of Imogen -  William Clarke Wontner (British, 1857–1930)

Portrait of Imogen - William Clarke Wontner (British, 1857–1930)

 

 

E mi chiesi se un ricordo sia qualcosa che hai o qualcosa che hai perduto

 

per sempre.

 

Woody Allen

 

 

 

 

Paul Cézanne con panciotto rosso  (1888–1889)

Paul Cézanne con panciotto rosso (1888–1889)

Le tue parole

 

Appoggiata alla mia spalla

sei la mia ala destra.

Come se tu spiegassi

e tue tenere nere penne,

m'innalzan le tue parole

a un candidissimo cielo.

Esultanza. Silenzio.

Seduto ora al mio tavolo,

mi sanguina la spalla,

la tua assenza mi duole.

 

Manuel Altolaguirre

 

 

 

 

_  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _

 

 

 

Ieri ti ho baciata sulle labbra

 

Ieri ti ho baciata sulle labbra.

Ti ho baciata sulle labbra. Intense, rosse.

Un bacio così corto

durato più di un lampo,

di un miracolo, più ancora.

Il tempo

dopo averti baciata

non valeva più a nulla

ormai, a nulla

era valso prima.

Nel bacio il suo inizio e la sua fine.

Oggi sto baciando un bacio;

non solo con le mie labbra.

Le poso

non sulla bocca, no, non più

- dov'è fuggita? -Le poso

sul bacio che ieri ti ho dato

sulle bocche unite

dal bacio che hanno baciato.E dura questo bacio

più del silenzio, della luce.

Perché io non bacio ora

né una carne né una bocca

che scappa, che mi sfugge.

No.Ti sto baciando più lontano.

 

Pedro Salinas

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
12 luglio 2016 2 12 /07 /luglio /2016 13:39
Poesie varie

 

 

 Egli dorme nell'anima mia

e a volte si sveglia di notte

e gioca nei miei sogni.

(Fernando Pessoa)

 

 

 

 

 

Poesie varie

Mi hai chiesto per quale ragione abito nelle colline grigie:

ho sorriso ma non ho risposto,

perche' i miei pensieri bighellonavano per conto loro;

come i fiori del pesco, erano andati a spasso in altri climi,

in altre terre che non fanno parte del mondo degli uomini.

(Li Po)

 

 

Poesie varie

«Non si può governare il vento,

ma si può cambiare

la direzione delle vele.»

.(Seneca)

 

 

Poesie varie

S'ode ancora il mare

 

Già da più notti s'ode ancora il mare,

lieve, su e giù, lungo le sabbie lisce.

Eco d'una voce chiusa nella mente

che risale dal tempo; ed anche questo

lamento assiduo di gabbiani: forse

d'uccelli delle torri, che l'aprile

sospinge verso la pianura. Già

m'eri vicina tu con quella voce;

ed io vorrei che pure a te venisse,

ora, di me un'eco di memoria,

come quel buio murmure di mare.

(Salvatore Quasimodo)

 

 

Poesie varie

Alle volte il silenzio dice quello che il tuo cuore
non avrebbe mai il coraggio di dire!

(Alda Merini)

 

 

 

 

Poesie varie

 

Haiku

 

Raggi di sole

sfiorano la mia pelle

- corpi distesi.

 

 

Condividi post
Repost0
10 luglio 2016 7 10 /07 /luglio /2016 20:11

 

POESIE AFRICANE
 

di 

 

Léopold Sédar Sengor 

 

 

   

 

 

 

 

DIPINT

 

di

 

FRANK MORRISON 

 

 

 

DONNA NERA

 

 

Léopold Sédar Senghor

 



Donna nuda, donna nera

Vestita del tuo colore che è vita, della tua forma che è bellezza!!

Sono cresciuto alla tua ombra;

la dolcezza delle tue mani mi bendava gli occhi.

Ed ecco che nel cuore dell’Estate e del Meriggio

Ti scopro Terra Promessa, dall’alto di un alto colle calcinato

E la tua bellezza mi folgora in pieno cuore come il lampo di un’aquila.

Donna nuda, donna oscura

Frutto maturo dalla carne piena, estasi cupa di vino nero,

bocca che rende la mia bocca lirica,

Savana di puri orizzonti, savana che fremi alle carezze ardenti del Vento dell’Est

Tamtam scolpito, tamtam teso che tuona sotto le dita del Vincitore

La tua voce profonda di contralto è il canto spirituale dell’Amata.

Donna nera, donna oscura

Olio che alcun respiro riesce a increspare,

olio calmo sui fianchi dell’atleta, sui fianchi dei principi del Mali

Gazzella dalle giunture celesti, le perle sono stelle sulla notte della tua pelle

Delizie dei giochi della mente i riflessi dell’oro che rosseggia sulla tua pelle che si screzia

All’ombra della tua capigliatura si rasserena la mia angoscia per il sole vicino dei tuoi occhi.

Donna nuda, donna nera

Canto la tua bellezza che passa, forma che fisso nell’Eterno,

Prima che il destino geloso ti riduca in cenere per nutrire le radici della vita.

 

 

NOTTE DI SINE

 

 

Léopold Sénar Senghor

 

 

Donna, posa sulla mia fronte le tue mani più morbide fella pelliccia.

In alto le palme oscillano stormiscono appena nell'alta brezza

Notturna. Non s'ode neppure il canto della nutrice. Ci culli il silenzio ritmato.

Ascoltiamo il suo canto, ascoltiamo battere il nostro sangue oscuro, ascoltiamo

Battere il polso profondo dell'Africa nella bruma dei villaggi perduti.

.

Ecco, declina la luna stanca verso il suo letto di mare disteso

Ecco che si assopiscono gli scoppi di riso, che gli stessi narratori

- Ciondolano il capo come il bimbo sul dorso della madre

Ecco che i piedi dei danzatori si appesantiscono, si fa pesante la lingua dei cori alternati.

.

 

E' l'ora delle stelle e della Notte che sogna

Si appoggia a questa collina di nubi, drappeggiata nel suo lungo perizoma di latte.

i tetti delle case luccicano teneramente. Che dicono, così confidenziali, alle stelle?

Dentro, nel facolare si spegne nell'intimità di odori acri e dolci.

Donna, accendi la lampada dall'olio chiaro perché parlino intorno gli antenati come i genitori,

i bambini nel letto.

Ascoltiamo la voce degli Antichi d'Elissa. Come noi esiliati

Non hanno voluto morire, che si perdesse nelle sabbie il loro torrente seminale.

Che io senta, nella casa fumosa visitata da un riflesso di anime amiche

La mia testa sul tuo seno caldo come un dang tratto fumante dal fuoco

Che respiri l'odore dei nostri Morti, che raccolga e ripeta la loro viva voce, che apprenda a

A vivere prima di discernere, più in là dei tuffatore, nelle alte profondità del sonno.

 

 

MASCHERA NERA

A Pablo Picasso

 

 

Léopold Sédar Senghor

 



Lei dorme, riposa sul candore della sabbia.

Kumba Tam dorme. Una palma verde vela la febbre dei capelli, color rame la fronte curva

Le palpebre chiuse, coppa duplice e sorgenti sigillate,

Questa falce sottile di luna, questo labbro più nero e appena tumido - dov'è il sorriso della

donna complice?

Le patene delle gote, il disegno del mento cantano l'accordo muto.

Viso di maschera chiuso all'effimero, senz'occhi senza materia

Testa di bronzo perfetta con la patina del tempo

Che non imbrattano beretti né rossetto né rughe, né tracce di lacrime o di baci

O viso tale come Dio t'ha creato prima della memoria stessa delle età

Viso dell'alba del mondo, non ti aprire come una gola tenera per commuovere la mia carne.

Io ti adoro, o Bellezza, col mio occhio monocorde!

 

 

L'URAGANO

 

 

Léopold Sédar Senghor

 

 

L'uragano tutto svelle intorno a me

L'uragano svelle in me foglie e parole futili.

Turbini di passione sibilano in silenzio.

Ma pace è sul tornado arido, sulla fuga della stagione delle piogge!

.

Tu Vento ardente Vento puro, vento della-bella-stagione, brucia ogni fiore ogni pensiero vano

Quando la sabbia ricade sulle dune del cuore.

Anvella, ferma il tuo gesto di statua e voi, fanciulli, fermate i vostri giochi e le vostre risa d'avorio.

A te consumi la voce insieme col corpo, secchi i profumo della tua carne

La fiamma che illumina la mia notte, come una colonna e come una palma.

Infiamma le mie labbra di sangue, Spirito soffia sulle corde della mia kôra

Che si levi il mio canto, puro come l'oro di Galam.

 

 

E MUOIONO DI FAME

 

 

Léopold Sédar Senghor
 



Vedevo nel sogno paesi

fino ai quattro angoli dell'orizzonte

sottomessi alla riga,

alla squadra,al compasso;

falciate le foreste,

distrutte le colline,

nei ceppi valli e fiumi.

Per quanto è grande la terra vedevo

paesi

sotto una griglia di ferro tracciata

da mille rotaie.

E poi vedevo i popoli del sud

formicaio in silenzio al lavoro.

E' santo il lavoro

ma non va più col gesto

ritmato dai tam-tam

e dalle stagioni che tornano.

gente del sud nei cantieri,nei porti,

nelle miniere,

nelle officine,

segregati la sera

nei borghi miserabili.

Accumulano

montagne d'oro rosso,

montagne d'oro nero:

e muoiono di fame!

 

 

  

I dipinti di Frank Morrison, pittore statunitense, sono straordinari per la loro originalità e bellezza. La pittura dell'artista  è chiaramente ispirata  dalla vita reale. Le donne nere, con le teste tese in avanti, gli arti allungati, le curve armoniose del corpo così seducenti, appaiono molto eleganti nei  loro abiti coloratissimi a motivi geometrici, elementi culturali tipicamenye africani.

 

 

 

 

  

 

Condividi post
Repost0
25 giugno 2016 6 25 /06 /giugno /2016 16:18
Poesie

Ho scavato tutta la terra per trovarti.

Ho setacciato la sabbia del deserto nel cuore

Sapevo che la luce del Sole

non è completa senza l'uomo.

Mentre adesso guardando

tra la trasparenza del mondo

-tramite Te-  le cose si avvicinano,

diventano più chiare, diventano trasparenti

Adesso sono capace di esprimere

la sua armonia con una poesia.

Prenderò una pagina bianca,

e metterò in fila la luce.

 

Nikifòros Vrettàkos

 

 

Poesie

"Nel bel mezzo dell'odio,

ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile amore.

Nel bel mezzo delle lacrime,

ho trovato che c’era, dentro di me, un invincibile sorriso.

Nel bel mezzo del caos,

ho trovato che c’era, dentro di me, un’invincibile calma.

Nel bel mezzo dell’inverno,

ho infine imparato che vi era in me un’invincibile estate.

E che ciò mi rende felice.

Perché afferma che non importa quanto duramente il mondo vada contro di me,

in me c’è qualcosa di più forte,

qualcosa di migliore che mi spinge subito indietro".

 

Albert Camus

 

 

Poesie

Parlare senza aver niente da dire
comunicare
in silenzio
i bisogni dell'anima
dar voce
alle rughe del volto
alle ciglie degli occhi
agli angoli della bocca
parlare
tenendosi per mano
tacere
tenendosi per mano.

 

Paul Eluard

 

 

Poesie

Due monaci pregano senza sosta, uno è corrucciato, l’altro sorride.

Il primo domanda:

“Com’è possibile che io viva nell’angoscia e tu nella gioia se entrambi

preghiamo per lo stesso numero di ore?”

L’altro risponde:

“Perchè tu preghi sempre per chiedere e io prego solo per ringraziare.”



 Alejandro Jodorowsky

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                    

 

 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Articoli Recenti