Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 maggio 2017 3 10 /05 /maggio /2017 15:38
Lettere - Nina Cassian

Ti scrivo questa quarta lettera

in una stanza di legno, a un tavolo di legno,

legno dappertutto, incredibilmente tanto legno,

e dappertutto scritte, con l'inchiostro,

la matita chimica, la punta del coltello,

nome, date, usignoli, treni,

chiavi. (puoi aprire un

un treno con la chiave e calpestare l'usignolo

intirizzito sui binari e apporre la tua firma con

tanto di data). Ho paura.

oltre la cornice di legno della finestra

palpita la manica scura dell'abete

notturno; una notte

mi aspettavi, era estate, sul letto avevi messo i miei libri.

quando entrai, vidi me stessa,

forse non dovevo rimpiazzare

il mio corpo di libri, di carta, di legno,

il mio effimero, così la penso ora,

ora che non ti amo. _____ Nina Cassian

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Etta - in Poesia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero