Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
4 gennaio 2012 3 04 /01 /gennaio /2012 10:32

 

 

Diego Rivera e Frida Kahlo

 

 

 I capolavori della pittura Messicana

 

 

 

    (1886 - 1957)  

 

Diego Rivera, pittore e muralista, nasce a Guanajuato  nel  Messico nel 1886  da una modesta famiglia, suo padre è un maestro di scuola. Studia a città del Messico, dove la famiglia si è trasferita e, appassionato di pittura, già a dieci anni frequenta dei corsi serali all'Accademia San Carlos. Diego Rivera si dedica con dedizione alla pittura ed a soli vent'anni, nel 1906, riceve una borsa di studio dal governo messicano che gli permette di recarsi in Europa a studiare da vicino i grandi pittori. Durante la sua permanenza in Francia ed in Spagna conosce e frequenta Pablo Picasso e Juan Gris, si avvicina, così, al cubismo, ai fauve ed al futurismo. Nel 1920-1921 Rivera intraprende un lungo viaggio in Italia, dove visita Roma, Firenze e Ravenna. Accumula molti schizzi, bozzetti e idee per i suoi lavori. Tornato a Parigi, decide di ritornare definitivamente in Messico con l'intento di trasformare l'arte messicana. Nel 1922, Diego Rivera, tornato in patria esegue la "Creacion", la sua prima pittura murale nell'Anfiteatro Bolivar della Escuela Nacional preparatoria di Città del Messico. I murales di Diego Rivera raccontano le vicende del suo popolo, dei peones, della loro schiavitù, passando per le antiche civiltà, dalla atzeca alla zapoteca, alla totonaca alla huasteca con uno stile personalissimo descrittivo-folkloristico, capace di fondere l'antico con il moderno.  

 

    Diego Rivera - murales 

 

Diego Rivera - murales

 

Risultati immagini per sogno di una domenica pomeriggio nell alameda

 Sogno di un pomeriggio di domenica di Alameda al parco

 

 Diego Rivera - La Creazione 1923

 

 

 

Il filosofo Josè Vasconcelos, segretario del Ministero dell'Educazione, affidò a Rivera l'incarico di affrescare la parete frontale dell'Anfiteatro Bolivar, nella Scuola Preparatoria dell'Università. In un anno di lavoro l'artista dipinge l'encausto, (usando gli stessi elementi e il medesimo con procedimento degli antichi) una composizione di circa 100 mq sul tema della  Creazione, una mescolanza di allegorie ispirate a varie religioni, attraverso la raffigurazione di tipi rappresentativi alla formazione della "Razza" messicana. 

 

 

The Blood of the Revolutionary Martyrs Fertilizing the Earth, 1926 - 1927 - Diego Rivera

Blood of the Revolutionary Martyrs Fertilizing the Eart 1926

 

 

 La venditrice di calle 

 

Immagine correlata

 

Immagine correlata

 

Risultati immagini per desnudo con alcatraces diego rivera

 Nudo con gigli 1914

 

 

  Le bellissime donne di Diego Rivera   

 

Risultati immagini per diego rivera ritratto

Diego Rivera - ritratto di Natasha 

 

 

 

 

 

*   *   *

 

Frida Kahlo

 (1910 - 1954)

 

 

Risultati immagini per frida kahlo opera d arte

   Frida  Kahlo - Autoritratto

 

La vita e le opere della pittrice  messicana cotinuano  ad esercitare  un  grandissimo fascino

artistico e un  forte  impatto  emotivo. Per   alcuni  questa donna  coraggiosa  sarà  ricordata 

nei tempi a venire come la più grande pittrice del '900.

Diventata famosa anche per la sua vita tanto sfortunata quanto travagliata.

Nata nel 1910, Frida Kahlo  fu  "figlia" della rivoluzione  messicana  e del Messico  moderno.

Visse appena 47 anni .

La  sua  passione  fu  la  politica,  comunista  dichiarata  (come il marito Diego Rivera) prese

parte a  tutte  le  lotte  per la  difesa dei poveri  e  degli  oppressi del popolo messicano dove

partecipò con fervore fino alla fine dei suoi giorni . Dieci  giorni  prima di morire, su una sedia

a rotelle,nvolle recarsi ad  una  manifestazione  contro  la caduta  del governo democratico di

Jacopo Arlenz Guzman.

A sei anni si ammalò di  poliomelite e  dopo la malattia fece  di tutto: dalla box al calcio, dalla

lotta libera al nuoto per  ristabilire l'uso  della gamba destra che,purtroppo,rimase sempre piu

piccola della sinistra.

Nel 1925,  ebbe un grave incidente in cui rimase vittima mentre viaggiava su un  autobus.

Frida subì molte lesioni  gravi fra cui  la frattura della  colonna vertebrale.

I  postumi   dell incidente   la  tormentarono  per  tutta la  vita, subì nel  corso  degli anni  ben 

trentadue interventi chirurgici provando sofferenze indicibili.

Durante  la   convalescenza  costretta a letto  per mesi,  con  il busto  ingessato, cominciò  a

dedicarsi con passione alla pittura. 

 

 

 La colonna rotta 1940

 

 

Frida - Autoritrarro 

 

Molti dei suoi dipinti  furono autoritrattii. Il suo primo lavoro lo  donò ad Alejandro ,il suo primo amore. Alla fine degli anni '20 si innamorò del famoso Pittore Diego Rivera. La forte personalità  di Frida travolse   e affascinò   subito Diego  che iniziò un corteggiamento serrato  ( Frida aveva 21 anni Diego 41) fatto di costanti  visite nella natia Coyocàn, città in cui

un anno dopo si sposarono, era il 1929.

Diego era un uomo alto, grasso, imponente, allegro, geniale, era un noto seduttore di bellissime donne. Frida si separò da lui quando seppe  che era l'amante di sua sorella Cristina. Lo risposò per la seconda volta. ll loro fu un amore  coinvolgente e travolgente fatto di contrasti e affinità elettive. Ebbero una vita  tempestosa, ma  ricca  emotivamente e artisticamente. Avevano un disperato bisogno di stare tutte e due uniti, sebbene i molti amanti avuti reciprocamente.

Frida ebbe alcune relazioni sia con uomini che con donne, tra cui Josephine Baker. Diego  non fu  mai  geloso  delle  donne  che  Frida  amava, perchè  considerava  loro  creature delicate, belle e intelligenti, ma si dichiarava  incapace  di tollerare  qualsiasi  uomo che osava corteggiare Frida. 

 

 

 

 Bellissimo autoritratto dedicato a Lev Trozkij , che fu uno dei suoi vari amori. In questo dipinto

 Frida ha in mano una disperata  lettera d' amore per il leader sovietico in esilio.

 

 

 Qualche piccolo colpo di pugnale 1935

 

Questo  quadro  rappresenta il  suo  stato  d' animo  al  momento  della separazione  da  Rivera. Nel letto una donna nuda distesa coperta da tagli e con sangue che va a sporcare tutto il dipinto. Vicino a lei un uomo in piedi con un pugnale in mano, due colombe sorreggomo un nastro con la  scritta "Qualche  piccola punzecchiatura" la frase che disse l'uomo proclamandosi innocente.

 

 

     

 

    

  

 

  Ma chi era in realtà Frida Kahlo e perchè si parla tanto di lei? 

Di se stessa diceva "Pensavano  che fossi una surrealista, ma non lo ero. Non ho mai dipinto sogni. Ho dipinto la realtà di una donna dalla bellezza magnetica e strana, piccola e fiera". La sua vita fu una passione di politica, d'amore e di ricerca artistica. Ammirata da Breton e da Picasso che  scriveva  in una lettera a Rivera "Nè tu nè io siamo capaci di dipingere una testa come quella di Frida Kahlo"

 

Ha dipinto ossessivamente autoritratti e nature morte sensuali 

    

 

  VIVA LA VIDA

 

             

 

 

 

  Frida Kahlo - un mito

 

 frida4rl-1--copia-1.jpg

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0

commenti

lino 12/24/2015 20:36

stupendo

Lino 12/27/2015 23:19

Grazie Lino dell'attenzione!

Presentazione

Profilo

  • mondodiverso
  •  
 
--- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, 
e la poesia è una pittura che si sente e non si vede.
(Leonardo da Vinci)
  • --- La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede. (Leonardo da Vinci)

                                                                                  
 

Risultati immagini per il mio cuore, poesia, cammina lentamente, lenta come l'erica dell

 
 
 Sul mio cuore, poesia, cammina lentamente,
lenta come l’erica delle paludi,
come un uccello plana sul ghiaccio notturno.
Se frangi la crosta di questa mia pena
Potresti annegare, poesia.


Olav H. Hauge  
 
 
 
                                           5Gd_q2Uv210---Copia.jpg                                 
   
    
 Questa strada ha un cuore.
Per me c'è solo un viaggio
su strade che hanno un cuore.
Là io voglio andare
è l' unica sfida che valga la pena.
     
   

 

Testo Libero

Testo Libero

Articoli Recenti